Polaroid One Step 2, il ritorno del mito

Arriva finalmente in Italia la nuova versione dello storico marchio legato al mondo della fotografia istantanea.

Leggi l'articolo completo di Lorenzo Fantoni su LA STAMPA

La One Step 2 costerà 119 euro. Rispetto al modello originale ha un flash posizionato verticalmente, per migliorare la resa nei ritratti, e un indicatore nella parte superiore che segnala le pose rimaste e l’indicatore di carica del flash. 

La One Step 2 si ricarica via cavetto USB e il fatto di avere una batteria interna gli permette di utilizzare pellicole I-Type sia in bianco e nero che a colori, dal costo di 15,99 euro. Volendo però è compatibile anche con le classiche pellicole vintage da 18,99 euro. In entrambi i casi le pose sono otto. 

Sulla parte frontale è anche presente il classico regolatore dell’esposizione per ottenere scatti migliori in caso di condizioni di luce eccessiva e troppo scarsa, per il resto è esattamente la stessa macchina che probabilmente avete usato da ragazzi o che avete visto in mano ai vostri genitori. 

Si tratta di una fotocamera facilissima da utilizzare, che però richiede un approccio completamente diverso alla fotografia istantanea, bisogna pensare lo scatto, valutare la luce e sperare nell’inquadratura giusta. Poi c’è tutta la parte dell’attesa, che è senza dubbio una componente fondamentale dell’esperienza “vintage”.  

Per quanto riguarda il risultato finale, aspettatevi una qualità delle foto molto più filtrata e variabile rispetto a ciò a cui siete abituati, se cercate immagini nitide forse siete nel posto sbagliato. Inoltre, visto il costo medio della pellicola, ogni scatto va pensato, non ci si può limitare a farla così come viene, è un tipo di fotografia completamente diverso e la paura di sbagliare fa parte del suo fascino. 

Se decidete di comprarla, ricordatevi una cosa: l’iconico gesto di scuotere la foto dopo lo scatto per velocizzare lo sviluppo è in verità sbagliatissimo, meglio metterla in un posto caldo e senza luce per una ventina di minuti.