L’inquietante scomparsa di Kris e Lisanne

Il mistero ancora irrisolto delle due ragazze olandesi scomparse a Panama in circostanze misteriose

La scomparsa di Kris Kremers e Lisanne Froon ha rappresentato un caso mediatico nel 2014. Due ragazze olandesi, in vacanza a Panama, sono scomparse misteriosamente durante un’escursione sul sentiero de El Pianista. Si pensa di essere riusciti a ricostruire la loro storia, ma ci sono degli elementi che la polizia non ha preso in seria considerazione. Come si svolsero davvero gli eventi?

#Misteri

Questo è uno di quei misteri che difficilmente potranno essere risolti del tutto. Non è un mistero recente, visto che risale al 2014 ma ha avuto una ripercussione mediatica enorme e ha lasciato dietro di sé moltissime domande senza risposta. C'è chi afferma di aver saputo ricostruire la storia di Kris e Lisanne, ma c'è ancora chi sostiene che la versione ufficiale faccia acqua da tutte le parti e che ci siano degli elementi che non sono stati presi in considerazione con la dovuta serietà.

Kris Kremers e Lisanne Froon, erano due giovani ragazze olandesi con un sogno nel cassetto. Andare a Panama e vivere l'avventura della loro vita. Il loro viaggio non sarebbe dovuto essere una semplice vacanza. Tra i loro piani c'era quello di fermarsi sei settimane sul luogo, fare volontariato in una scuola locale e perfezionare il loro spagnolo. Il 29 marzo partirono da Amsterdam verso la loro destinazione. Vennero accolte da due famiglie del luogo che avrebbero dovuto offrire loro alloggio durante il loro viaggio e fin da subito iniziarono ad organizzare delle escursioni. Entrambe infatti erano grandi amanti della natura e si erano ripromesse di vivere questa esperienza il più possibile a contatto con la stessa.

Quello che non sapevano è che la prima di quelle escursioni, sarebbe stata anche l'ultima e purtroppo non avrebbero più fatto ritorno a casa. Il 1° aprile alle 11 del mattino dissero ad una delle famiglie che le stavano aspettando, che sarebbero andate a fare un giro con il loro cane. L'idea era quella di percorrere il sentiero del pianista; un percorso all'interno della foresta nella località di Boquete e di far ritorno a casa nel tardo pomeriggio. Le ore passavano e a tarda sera la famiglia di Kris iniziò a preoccuparsi. Nessuno sapeva di preciso dove si fossero recate le ragazze e sembra molto strano che non si fossero messe in contatto per avvisare del loro ritardo.

L'unico indizio era dato da una fotografia che le ragazze avevano pubblicato su facebook dove le si vedeva all'inizio del sentiero del pianista. La situazione si fece più seria quando durante la notte il cane della famiglia fece ritorno a casa ma di Kris e Lisanne nessuna traccia. Si cercò di mantenere la calma ma quando il giorno dopo le ragazze non avevano ancora dato nessuna notizia, le famiglie avvisarono la polizia. Le autorità locali non pensarono fosse necessario iniziare le ricerche, almeno per il momento. Quindi i primi tentativi di trovare Kris e Lisanne, furono fatti da alcune persone del luogo, attirate dall'idea di poter ottenere la ricompensa di 30 mila dollari che le famiglie di Kris e Lisanne in Olanda avevano offerto per il loro ritrovamento.

Le ricerche però non andarono a buon fine. Solo quattro giorni dopo la scomparsa, entra in gioco anche la polizia. Vennero portate a termine ricerche più approfondite ma le settimane passavano e le ragazze sembravano essere letteralmente scomparse nel nulla. Dieci settimane dopo, una donna del luogo, trova uno zaino sulla riva di un fiume vicino al villaggio di Alto Romero nella regione di Bocas del Toro. La donna passava per la zona tutti i giorni ed assicurò che se lo zaino si fosse trovato lì prima del giorno del suo ritrovamento, l'avrebbe sicuramente visto.

Eppure anche lo zaino sembrava essersi materializzato dal nulla ed era stranamente troppo asciutto per far ipotizzare che potesse essere stato trasportato dalla corrente. All'interno vi trovarono due paia di occhiali, il passaporto di Froon, una bottiglia d'acqua, una macchina fotografica, 2 reggiseni e i cellulari delle ragazze. Da questo momento il mistero si fa più fitto.

Dai telefoni viene rilevato che già poche ore dopo l'inizio della loro escursione, qualcuno aveva cercato di contattare il 112 e il 911. La scarsa copertura della zona non aveva premesso che le chiamate andassero a buon fine. Dopo il 5 aprile la batteria del telefono di Lisanne si sarebbe esaurita e il cellulare non sarebbe più stato utilizzato. Il telefono di Kris non avrebbe più emesso chiamate, ma sarebbe stato acceso diverse volte in cerca di ricezione.

Dopo il 6 di aprile sull'iPhone di Kris sarebbero stati fatti diversi tentativi di accesso con un pin non corretto. Dal 7 al 10 di aprile su quello stesso telefono, sarebbero stati fatti 77 tentativi di chiamata al numero d'emergenza, anche questi non andati a buon fine. L'11 di aprile il telefono sarebbe stato riacceso alle 10 e 51 è spento per l'ultima volta alle 11 e 56. Un altro punto che ha fatto sorgere numerose domande, riguarda le foto che sarebbero state fatte con la macchina fotografica delle ragazze.

Le foto del 1° di aprile sarebbero state immagini del tutto normali; quelle che potrebbero scattare due ragazze durante le proprie vacanze. L'8 di aprile sarebbero state scattate 90 foto con flash, tutte nel lasso di tempo compreso tra l'una e le quattro di notte. La maggior parte di queste, mostrano vegetazione oppure una completa oscurità. Questa fotografia, l'ultima che è stata possibile recuperare è forse la più strana ed inquietante. Capire la posizione della macchina fotografica in questo caso, non è possibile ma quello che vediamo potrebbe essere l'orlo di un precipizio o qualcosa del genere.

Il ritrovamento dello zaino portò nuove ricerche lungo il fiume dove era stato ritrovato e poco tempo dopo vengono ritrovati anche pantaloni corti di una delle ragazze. Oramai c'erano ben poche speranze che si fossero salvate. La conferma venne data del ritrovamento, ben due mesi dopo di una scarpa da ginnastica contenente un piede e da 33 ossa sparse sulla riva del fiume a pochi chilometri dal luogo dov'era stato recuperato lo zaino. Il test del dna tolse ogni dubbio: erano le ossa di Kris e Lisanne. Con tutte queste informazioni si cercò di ricostruire gli eventi.

In breve si crede che Kris e Lisanne fossero cadute da un dirupo durante l'escursione. Che avessero cercato di chiamare il numero di emergenza, senza successo. Che una delle due probabilmente Kris non ce l'avesse fatta. Presa dalla disperazione Lisanne avrebbe cercato di accendere il telefono di Kris sbagliando a digitare il pin diverse volte. Avrebbe resitito il tempo sufficiente per tentar di chiamare i soccorsi per ben 77 volte. Le 90 fotografie invece sarebbero state fatte solo per utilizzare il flash e fare luce nella completa oscurità.

Caso risolto quindi? Dove sta il mistero? In verità come già dicevo all'inizio ci sono due elementi che la polizia non prese in considerazione, almeno non troppo seriamente. Due semplici elementi che possono mettere in serio dubbio la versione ufficiale. Il primo di questi è una fotografia che sarebbe andata persa, più precisamente la numero 509. Si pensa che questa foto sia stata cancellata dalla macchina fotografica. Riflettendoci bene, che ragione avrebbero avuto Kris e Lisanne per cancellarla? In una situazione del genere l'ultima cosa che ti verrebbe in mente è quella di cancellare una foto. È possibile che sia stata eliminata per sbaglio? Beh, eliminare un'immagine da una macchina fotografica è un'operazione che normalmente richiede più di un passaggio.

In effetti è molto difficile che si cancellino immagini senza averne l'intenzione. Forse era implicata una terza persona? Forse quella foto doveva sparire per qualche motivo? L'ipotesi che una terza persona fosse implicata è data da un altro indizio, abbastanza strano. Lo zaino trovato sulla riva del fiume era perlopiù asciutto e tra le impronte di Kris e Lisanne ne era stata trovata un'altra, che non apparteneva le ragazze.

Di chi era quell'impronta e come c'era finita lì?

La polizia non approfondì l'investigazione e il caso venne considerato un incidente. Nessuno considerò la testimonianza della donna che trovò lo zaino, quando disse che il giorno prima non era lì e che qualcuno avrebbe dovuto mettercelo. Ma la donna potrebbe essersi semplicemente sbagliata.

Per concludere, molte persone non riescono ancora a credere alla versione ufficiale e personalmente credo che prima di poter affermare che si sia arrivati ad una soluzione definitiva, bisognerebbe riconsiderare certi elementi che sono stati lasciati da parte.

Video dell’inquietante scomparsa di Kris Kremers e Lisanne Froon
https://youtu.be/wCZR2lDbap0