A metà tra arte e provocazione, tra la fragilità e la mostruosità dell'essere umano. Le anatomie impossibili e deformi di Sara Renzetti e Antonello Serra, duo sardo noto come "I Santissimi", arrivano a Roma, inaugurando un'esposizione coraggiosa e concettuale, un unicum nel suo genere per la Capitale.

Bambini deformi e teste volanti: l'arte sfida i tabù. "Rebirth" sbarca a Roma