Linea 77 - "AK77" Feat. Salmo, Slait | Significato, Testo, Video Ufficiale e Curiosità del brano realizzato in collaborazione con Salmo e DJ Slait. Il tributo della band alternative metal di Torino dedicato a Full Metal Jacket di Kubrick. 

Perchè sempre stare dalla parte del bene? ... Voglio stare di là. Voglio fare la mia scelta ... Voi statevene pure lì seduti tranquilli, nelle vostre case ... Io vado in trincea!!!

Un concentrato ibrido di di rock, rap ed elettronica. Hardcore fuso fra chitarroni, flow, beat tra dubstep e drum'n'bass prodotto da Sir Bob Cornelius Rifo e con il feat. di Salmo e Slait.

Linea 77 - "AK77" ft. Salmo, Slait SIGNIFICATO

Perchè sempre stare dalla parte del bene? Perchè sempre fare i "perfettini", tutto casa chiesa scuola lavoro? Voglio stare di là. Voglio fare la mia scelta. Disobbedienza, fastidio, distacco. Voglio essere diverso. Voi non lo capirete. Perchè non lo potete capire. Tutti Padre, figlio, Spirito Santo, voi! Io no. Io voglio qualcosa di diverso. Poche seghe mentali, alla ricerca del futuro con un occhio al passato, sì, ma per plasmare il presente. Tutto chiaro, luridissimi vermi? 

Voi statevene pure lì seduti tranquilli, nelle vostre case ... Io vado in trincea!!!

Linea 77 ha spiegato così la scelta del video:
«I video in playback nei capannoni ci avevano stufato già dieci anni fa, avevamo solo voglia di divertirci e spostare l’asticella più in alto, anche giocando d’azzardo con noi stessi. L’esito naturale del pezzo non poteva essere che la deriva verso il film di Kubrick: una volta selezionate le scene da riprodurre e considerando che sarebbe stato da matti lasciarsi sfuggire quest’occasione viste le innegabili somiglianze tra Dade, Nitto e Salmo con il Soldato Jocker, Palla di Lardo e il Sergente Hartman, la vera sfida è diventata ricostruire quasi con piglio filologico ogni singolo fotogramma».

La band ha così commentato l’uscita del singolo:
“Siamo stati in silenzio per tanto tempo. Circa 3 anni. Siamo diventati padri. Abbiamo osservato da lontano. La musica, l'Italia, le nuove generazioni. Non avevamo più niente da dire e non sapevamo nemmeno più come volevamo dirlo. Il silenzio ci è servito. Ora abbiamo le idee chiare, un nuovo suono e molta voglia di tornare insieme sul palco, e come sempre lo stiamo facendo esclusivamente per noi stessi. E' un'esigenza, un bisogno fisico e mentale. E' lo stesso stato d'animo che avevamo 25 anni fa e che semplicemente nel 2015 ci aveva abbandonato, forse troppo saturo di una storia ventennale che aveva bisogno di una scossa, di una rivoluzione. Questa è la prima pagina di un nuovo libro, e noi abbiamo appena imparato a leggere. ‘AK77’ segna l'inizio di una nuova era per i Linea77. Un brano che vede la partecipazione di Salmo e Slait, due Artisti e Amici con le A maiuscole. Abbiamo sempre amato e seguito la scena hip hop italiana, sin dai tempi delle posse e negli anni siamo inevitabilmente entrati in contatto con realtà come la Machete, che per quanto ci riguarda è il simbolo dell'hip hop italiano più coraggioso e libero. Con Maurizio abbiamo condiviso palchi, backstage, studi di registrazione e poghi, ancora prima che il progetto "Salmo" prendesse forma. I ricordi che ci legano sono tanti e la reciproca stima non fa che crescere giorno dopo giorno. Inutile dire che il suo ruolo in questo brano è stato fondamentale. Come sempre ha saputo entrare nel beat con una maestria e un rispetto fuori dal comune, esattamente come ha fatto Slait con i suoi scratch. 'AK77' però è anche un esperimento a livello di produzione. Il desiderio e l'urgenza di connetterci con altre realtà ci ha portato a lavorare con Sir Bob Cornelius Rifo (a.k.a. The Bloody Beetroots). Un producer incredibile, con un suono inconfondibile e un background musicale molto simile al nostro. Ha portato un'idea e una visione completamente nuova al progetto, e il risultato è qualcosa che va oltre le nostre più rosee aspettative”.

Linea 77 - "AK77" ft. Salmo, Slait VIDEO UFFICIALE

https://youtu.be/aCBg8lsUUxk

Linea 77 - "AK77" ft. Salmo, Slait TESTO

Scelgo il lato sbagliato, Darth Vader
Sangue teschi e insetti, Wes Craven
Tu “Stairway To Heaven”, io “Highway To Heaven”
Tu Biancaneve, io Ghost in the Shellen
Mi chiedi se prego, signor no
Credo solo in Charly, raining blood
Disobbedienza, fastidio, distacco
Padre, figlio, Spirito Santo
Sempre il lato sbagliato
Cercando risposte nel niente
Sempre in viaggio attraverso l’ignoto
Ed è sempre risvegliando il passato
Che creo il mio futuro plasmando il presente
E poi mi guardo dal basso
Come basso il profilo che tengo
Tengo anche a mente che tanto voi non capirete
Palla di lardo, Full Metal Jacket

Tutto chiaro luridissimi vermi, Full Metal Jacket
Signorsì, signore
Cowboy, chi sei?
Soldato Joker, game over

Ho una lama, Shook Ones, salem aleikum
Il tuo rapper preferito mi fa manicure, pedicure
Mani su, come una rapina al sud
Senti il flow come il sub quando passa il suv
Tu fai paura come zio Tibia
Faccio paura come dio in Libia
Levo la cinghia, la fibbia
Pallottole incastrate nella Bibbia
Scritto sulla lama di Machete
Cago sul vostro disco e piscio sui vostri rapper
Salmo 25/17, vengo in nome di Cristo, AK77
Italian do it better, any trendsetter
Ma dietro alla maschera c’è Hannibal Lecter
Dormito nell’ostello a tre stelle, la vita è un libro aperto è un bestseller
Per il rap sono al top come Rockefeller, apro bocca e volano cartelle
Fotto questa con scena con la fotta, una botta
Salutami tua madre Mary J. fica-rotta

Tutto chiaro luridissimi vermi, Full Metal Jacket
Signorsì, signore
Cowboy, chi sei?
Soldato Joker, game over, game over, game over

Tutto chiaro Full Metal Jacket, Full Metal Jacket
Signorsì, signore
Full Metal Jacket
Cowboy,
Full Metal Jacket
chi sei?
Full Metal Jacket
Soldato Joker, game over