Che cosa è la "Cherofobia", portata alla ribalta su X-Factor dall’inedito brano di Martina Attili?

Milioni e milioni di visualizzazioni su YouTube per l’inedito “Cherofobia” interpretato da Martina Attili durante le Audizioni di X-Factor. Con questo brano, Martina ci ha aperto le porte della sua vita, affrontando questo tema che, anche se delicato, è riuscito a colpire moltissime persone.

Martina Attili ha 16 anni e viene da Roma. Il suo essere cresciuta a “pane, acqua e Renato Zero” ha fatto sì che sviluppasse una forte passione per la musica e per il canto. Asia Argento, dopo aver sentito per la prima volta il suo inedito “Cherofobia”, è rimasta senza parole...

L'avversione alla felicità, chiamata anche "cherofobia" o paura della felicità, rappresenta un atteggiamento verso la felicità, nel quale gli individui evitano deliberatamente le esperienze che evocano emozioni positive o di gioia.

Una delle tante ragioni per le quali la cherofobia potrebbe svilupparsi è la credenza che quando una persona diventa felice, un evento negativo si verificherà presto come punizione alla soddisfazione dell'individuo. Questa credenza è prevalente nelle culture orientali. Le culture occidentali, invece, sono più guidate dall'impulso di massimizzare la felicità e di minimizzare la tristezza e spesso non sembrare felici dà motivo di preoccupazione. Il valore riposto nella felicità riecheggia in tutta la psicologia positiva occidentale e nelle ricerche sul benessere soggettivo. L'avversione alla felicità è associata alla fragilità delle credenze di felicità, suggerendo che una delle cause di questa paura potrebbero essere l'instabilità e la fragilità, caratteristiche proprie della felicità in sé. Le ricerche mostrano come la paura della felicità sia associata con stili di attaccamento evitanti e ansiosi.

Ci sono quattro maggiori ragioni per le quali i cherofobici evitano la felicità:

  1. Credere che essere felici provocherà eventi cattivi;
  2. Credere che la felicità renda cattive le persone;
  3. Credere che esprimere felicità sia un male per la persona in sé e per gli altri;
  4. Credere che perseguire la felicità sia un male per l'individuo in sé e per gli altri.

https://it.wikipedia.org/wiki/Cherofobia

https://youtu.be/qpMLSMzZJgM

TESTO dell'inedito "Cherofobia" di Martina Attili:
Come te la spiego la paura di essere felici
Quando non l’hanno capita nemmeno i miei amici
Mi dicono di stare calma quando serve
Mi portano del latte caldo e delle coperte
Ed è proprio quando stanno a parlare
Che vorrei gridare “grazie a tutti, ora potete andare”
Ma resto qui
A guardare un film

Come te la spiego tutta la pazienza che ci metto
Ma non riesco a vivere senza
Qualcosa che mi opprime
Che mi indichi la fine
Perchè ho cervello che è strafatto di spine

Ed il mio cuore è come un fiore
Crede ancora nel bene
Non sa che i petali cadranno tutti insieme
Sarà in quel momento che vorrà scoppiare
Mi griderà di smetterla di amare

Questa è la mia cherofobia
No non è negatività
Questa è la mia cherofobia
Fa paura la felicità
Questa è la mia cherofobia
Ma tu resta

Come lo spiego quando nessuno ti capisce
Quando niente ti ferisce
L’indifferenza più totale
Verso la forma astrale del male
Abbiamo stretto un rapporto speciale

E provo a raccontarlo in ogni canzone
Ma la gente pensa sempre parli di altre persone
“ma come tu così carina, con la faccia da bambina, con la voce da piccina...”
Ma la bambina è cresciuta troppo in fretta
Tra i muri di una cameretta
In cui ha iniziato a stare stretta
E ogni volta che qualcosa va come dovrebbe andare
Penso di non potercela fare

E cerco ogni forma di dolore
Mischiata al sangue col sudore
E sento il respiro che manca
E sento l’ansia che avanza
Fatemi uscire da questa benedetta stanza

Questa è la mia cherofobia
No non è negatività
Questa è la mia cherofobia
Fa paura la felicità
Questa è la mia cherofobia
Ma tu resta

Dirti che staremo insieme
Dirti che staremo bene
Dirti che è così che andrà

Dirti che staremo insieme
Dirti “io non starò bene”
Sento l’ansia fin da qua