Astro Robot contatto Ypsilon

La sigla italiana "Astro Robot contatto Ypsylon" è stata incisa da Gli Ypsilon (Musica e testo: Vince Tempera e Luigi Albertelli - Voce: Silvio Pozzoli).

https://youtu.be/Up2MZJABIRs

Astrorobot contatto Ypsilon, anche noto come Blocker Corps. IV Machine Blaster, è un anime televisivo giapponese, creato da Akira Hatta di genere mecha. In Italia è stato trasmesso dal 1980.

La Trama
La Terra è invasa dagli Atlantidi, discendenti dell'antico popolo dei Moguru, risvegliatisi dopo un sonno millenario.
Il dottor Hojo, studioso di storia Moguru, viene ucciso insieme alla moglie da sicari dell'antico popolo, prima che porti a termine preziose ricerche ma riesce comunque ad affidare i suoi progetti al Dottor Uri, capo dell'Organizzazione per la Difesa del Mondo.
Il dottoro Hojo, ha progettato quattro straordinari robot che però possono essere pilotati da persone dotate di un potere speciale. Il dottor Uri, per realizzare il progetto di Hojo ordina di rapire alcuni ragazzi dotati del suddetto potere : Ylly, Yanosh e Yinta tutti dotati dell'Organo Ypsilon, il magico fluido che permette loro di controllare i 3 Robot giganti.
Il quarto ragazzo arruolato è Yoshida, l'assistente del dottor Uri, che possiede anch'egli l'organo Y. Il giovane diventa il leader degli Astrorobot e controlla il quarto robot.
Gli Astrorobot deve combattere Hellqueen, la malefica regina degli Atlantidi coadiuvata dai perfidi e servizievoli consiglieri Zanga e Gorosky. La regina muore nel corso della serie e viene rimpiazzata dalla sorella Sandra che guiderà i Moguru con altrettanto fervore.

Il Finale
Con l'aiuto di un satellite artificiale, alla base Astro si è scoperto il luogo da cui partono le incursioni Moguru. Ma tutti sono stanchi di guerra e nasce l'idea di proporre al nemico una pace onorevole, assegnandogli una zona desertica per vivere.
Ma nel covo Moguru non si pensa affatto alla pace: Sandra sta riorganizzando le sue forze in vista di un futuro, decisivo, attacco. E, col sorriso sulle labbra, annuncia: «Il radar ha sopreso una flotta nemica in avvicinamento!»
Alla notizia Goroski e Zanga si abbracciano atterriti.
Ma Sandra ha le idee chiare e, chiamato il mostruoso guardiano Golaius, si fa accompagnare da questi nella sala degli antenati, dove è conservata una serie di apparecchiature tecnicamente prodigiose.
Usando quegli apparecchi, i Moguru saranno invincibili (così almeno crede Sandra)! Golaius suona il gong per radunare l'esercito nella sala delle udienze. «Una grande flotta si sta avvicinando: - grida loro Sandra - voglio la vittoria o la morte!»
Poi, messasi in contatto con la nave-madre Astro, rifiuta sdegnosamente le proposte del dottor Uri: «Pace? Non dimentichi che noi vogliamo conquistare la Terra!»
I dischi volanti Moguru attaccano! La flotta della base subisce molti danni ma l'intervento dell'astropattuglia riequilibra rapidamente la situazione.
I sottomarini della flotta, intanto, hanno raggiunto il regno di Sandra e le prime truppe, sbaragliata la guardia, accerchiano la regina ed i suoi consiglieri.
Ma Golaius non intende abbandonare la sua regina! Fattosi largo tra i nemici, raggiunge Sandra e la solleva delicatamente fra le sue possenti braccia.
E, quando gli avversari aprono il fuoco, Golaius offre il suo petto come scudo per la vita della sua sovrana, che esce indenne dalla fitta pioggia di proiettili.

Ogni resistenza è ormai inutile, la salvezza va cercata nella fuga! Sandra, tallonata da Zanga e Goroski, corre attraverso quello che è stato il suo dominio ma, prima di fuggire, preme il pulsante che darà fuoco al suo regno e, mentre tutto è in fiamme, scompare insieme agli inseparabili consiglieri...