Tre giorni di trekking someggiato con i muli nel Parco Nazionale d'Abruzzo.

Da maggio ad ottobre “La Betulla” di Civitella Alfedena in provincia dell'Aquila organizza una emozionante avventura rivolta a chi ama esperienze uniche immersi nella natura più incontaminata del Parco Nazionale d'Abruzzo. Un trekking someggiato della durata di 3 giorni che attraverserà tutte e tre le regioni che fanno parte dell'Area Protetta, l'Abruzzo, il Molise ed il Lazio. Eccezionale sia per la bellezza dei paesaggi e sia per la fauna e la flora che la abitano. L'itinerario si snoderà su un percorso che coprirà in totale una distanza di circa 45 km.

La grande novità è data dalla presenza dei muli che, grazie alla loro proverbiale forza e resistenza, ci aiuteranno nel trasporto dei viveri, dell'abbigliamento personale e delle attrezzature. Uno dei muli, inoltre, verrà invece adibito all'assistenza sanitaria. Le notti si trascorreranno in rifugi autogestiti attrezzati con letti, cucina e bagni. Il trekking sarà guidato da un Accompagnatore di Media Montagna iscritto al Collegio Nazionale delle Guide Alpine e supportato da una seconda guida (oltre le 16 persone) un addetto ai pasti e da un conduttore di muli.

PROGRAMMA
Il programma della tre giorni è il seguente: arrivo a Civitella Alfedena la sera del giovedì oppure entro le ore 09:00 del venerdì. Sistemazione dei bagagli sui muli e partenza intorno alle ore 10:00 per la prima giornata di trekking. L'itinerario stabilito per il primo giorno è il seguente: partenza da Civitella Alfedena, proseguimento per la Valle Jannanghera (I4), Ara della Forca (K6) L'Aruccia (K3) Pianoro di Campitelli (L2), con arrivo al Rifugio del Falco presso la località Le Forme nel pomeriggio (lunghezza del percorso circa 14 Km., dislivello circa 450 mt., difficoltà E). Sistemazione in rifugio, cena tipica. Alle ore 21:30 breve uscita notturna nel bosco con appostamento alla fauna selvatica, pernottamento in rifugio.

Al mattino del sabato, alle ore 6:00, dopo la prima colazione, inizio della seconda giornata di trekking con partenza per uno dei luoghi più belli e selvaggi del Parco Nazionale d'Abruzzo, La Meta (M1), proseguimento con attraversamento delle Mainarde (Molise) per i Prati di Mezzo (N1) e discesa sino al Lago di Grotta Campanaro (Lazio) e infine proseguimento per la Madonna di Canneto (O2) con arrivo alla Casa Salesiana, (lunghezza del percorso circa 17 Km., dislivello circa 750 mt., difficoltà E). Sistemazione nella Casa autogestita, cena e pernottamento.

Al mattino della domenica, alle ore 6:00, dopo la prima colazione, inizio della terza giornata di trekking con partenza per la lunga e bellissima Valle di Canneto (O1) sino ai Tre Confini, proseguimento in direzione del Rifugio di Forca Resuni attraverso la Costa Camosciara (O5) e discesa finale sulla bellissima Val Di Rose (I1) sino a Civitella Alfedena. (lunghezza del percorso circa 14 Km., dislivello circa 930 mt., difficoltà E).

Durante il trekking possibilità di avvistamento di: orsi, lupi, caprioli, cinghiali, volpi, microfauna, svariati rapaci tra cui l'aquila reale. Praticamente certo l'avvistamento di cervi e di camosci d'Abruzzo.

Il presente trekking attraversa uno dei territori più interessanti del Parco Nazionale d'Abruzzo e parte della Riserva Integrale della Camosciara, pertanto avendo un altissimo interesse naturalistico è raccomandato a persone rispettose dell'ambiente e consapevoli delle regole di buona condotta esistenti nell'Area Protetta.

Maggiori informazioni http://www.labetullaonline.com/