Cogoleto a Varazze.

Il Lungomare Europa, da percorrere sia a piedi che in bicicletta, inizia all'estremo Ponente di Cogoleto, appena attraversato il Ponte sul Torrente Arestra, subito dopo l'ex Passaggio a Livello sulla via Aurelia
Da qui ha inizio la passeggiata molto spettacolare, tutta in riva al mare e circondata da varie specie di piante caratteristiche della Macchia Mediterranea.

Lunga circa 4,2 km termina al sottopasso della stessa Via Aurelia all'ingresso in Varazze; si succedono nove gallerie:

Galleria Maddalena (m 40,70)

Galleria S. Giacomo (m 70,00)

Galleria Forno (m 97,45)

Galleria Invrea (m 290, 65)

Galleria Pescatori (m 92,00)

Galleria Valsassina (m 125, 60)

Galleria Madonnetta (m 57,00)

Galleria S. Caterina I (m 26,70)

Galleria S. Caterina II (m 21,00)

La galleria Invrea, rettilinea, è quella che passa, appunto, sotto il castello d'Invrea. Il tratto che la precede si trova in corrispondenza della valle del Torrente Arenon, dove sorge la minuscola baia del Portigliolo, un gruppo di case dove si confezionavano le gallette di cui abbisognavano le galee durante i loro lunghi viaggi.

Uno degli aspetti più interessanti del percorso è dato dalla geologia che si attraversa. Il primo tratto si svolge in un contesto di serpentinoscisti (rocce metamorfiche di colore verde scuro). Poi, quasi all'improvviso, dopo la penultima galleria, le pietre, pur sempre metamorfiche, si fanno assai più chiare, di un verde quasi bianco, ed è in tale scenario che si snoda il sinuoso avvicinamento a Varazze. 
Naturalmente anche tutti i manufatti ferroviari, i portali delle gallerie, i bei muri di sostegno ad archi, i parapetti, sono realizzati nella stessa pietra locale, di sicuro non in cemento!