Vinicio Capossela - Il Povero Cristo | Significato, Testo e Video ufficiale. "A Riace, a chi lotta per mettere in pratica la buona novella". 

Il primo singolo tratto dal nuovo lavoro discografico "Ballate per uomini e bestie". 
Un bellissimo video dedicato a Riace e a tutte quelle persone che non perdono la speranza di un mondo migliore. 

#Musica Italiana  #VideoClip in Italia

SIGNIFICATO di "Il Povero Cristo" di Vinicio Capossela

Ve lo ricordate quel famoso detto: "Ama il prossimo tuo come te stesso"? Forse vi ricordate anche da dove arriva ... La Buona Novella ... Ma non importa... Importa il senso, di quelle parole. Una frase semplice, a prima vista facile ... da applicare. Poche regole, chiare ... Ma guarda la società dei nostri giorni!!! ... l'opposto!!!

La mancanza di solidarietà verso i più deboli, "i primi da affogare" (tutt'altro che "velata" l'allusione alle traversate dei migranti). L’avidità dei "padroni", coloro i quali più hanno, più bramano, famelici, di avere, godendosi oro e alloro e ammucchiando solo per sé stessi. Ma anche l'egosimo di coloro che pur avendo conosciuto la povertà e la sofferenza, non appena si trovano ad assaporare un po' di ricchezza e di agio ... dimenticano in un solo attimo il loro passato ... diventando loro stessi "arroganti e padroni". 
Tutti a parole sono capaci!!! Ma poi, quando si tratta di passare ai fatti ... "piuttosto che da vivo a dare il buon ufficio è meglio averlo zitto e morto in sacrificio" (anche qui ogni riferimento a persone o fatti è puramente casuale...). 
E chi sarà quell'uomo con i baffi ed il coltello, con lo sguardo torvo e minaccioso, che chiede strada a Cristo, e che non vuole sentire prediche? ... 

Triste il finale del brano... Alla fine, il povero Cristo ci rinuncia... Non c'è più speranza. Non c'è più possibilità di salvezza. Un finale che racchiude un'amara rassegnazione, per il dono rifiutato dalla società umana: “Il povero Cristo è tornato sulla croce con il dono che a tutti qui ha portato: la Buona Novella dove per scritto è messo “Ama il prossimo tuo come fosse te stesso”.

Così racconta Vinicio Capossela:Gesù Cristo incontra l’uomo e impoverisce fino a diventare il povero cristo che, sulla bocca di tutti, si fa sinonimo della condizione umana”.

VIDEO UFFICIALE di "Il Povero Cristo" di Vinicio Capossela

I protagonisti sono Enrique Irazoqui, il celebre Gesù de ‘Il Vangelo secondo Matteo’ di Pier Paolo Pasolini, e Marcello Fonte, Palma d’oro a Cannes nel 2018 per Dogman. Il ruolo femminile è affidato a Rossella Brescia.

https://youtu.be/IJMNgoyerak

VINICIO CAPOSSELA: Voce, Piano, Armonium
ALESSANDRO “ASSO” STEFANA: Chitarre acustiche
MARC RIBOT: Chitarra acustica, Chitarra elettrica
NICCOLÒ FORNABAIO: Batteria, Percussioni

TESTO di "Il Povero Cristo" di Vinicio Capossela (parole e musica di Vinicio Capossela)

Il povero Cristo
è sceso dalla croce
per prima cosa ha appreso
la condizione atroce
amar la vita e vivere
ed essere felice
amar la vita e vivere
sapendo di morire
ma invece di un fratello
vedere nel suo simile
il primo da affogare
se appena è un po’ più debole.

Il povero Cristo
ha visto come è l’uomo che,
povero cristo
mangia verza e patate
e intanto chi gli è sopra
si gode oro e alloro
e ammucchia per sé solo
ricchezze smisurate
ma appena gliele ha tolte
non divide in uguaglianza
ma del padrone prende
il pensiero e l’arroganza.

E intanto nel mondo una guerra
è signora della terra...

Il povero Cristo
è sceso dalla croce
si è messo sulla strada
e va ascoltando voci
c’è chi lo tira a destra
chi lo spoglia a sinistra
tutti lo voglion primo
nella loro lista
ma piuttosto che da vivo
a dare il buon ufficio
è meglio averlo zitto
e morto in sacrificio.

E intanto nel mondo una guerra
è signora della terra...

Il povero Cristo
è sceso dalla croce
e Cristo come era
ha incontrato l’uomo
aveva un paio di baffi
e un coltello da affilare
lo sguardo torvo non
smetteva di sfidare
gli ha detto Cristo spostati
e lasciami passare
non voglio sentir prediche
ho già molto da fare.

E intanto nel mondo una guerra
è signora della terra...

Il povero Cristo
è sceso dalla croce
e ha visto che per l’uomo
non può esserci unità
non una cosa sola
cattiva oppure buona
ma a pezzi frantumato
com’è stato creato
dovrà sempre mentire
a chi gli sta vicino
perché ci ha dentro il cuore
più stanze di un casino.

E intanto nel mondo una guerra
è signora della terra...

Il povero Cristo
è tornato sulla croce
con il dono che
a tutti qui ha portato
la buona novella
dove per scritto è messo
ama il prossimo tuo
come fosse te stesso
ma troppo era difficile
forse anche oltre l’umano
così si è ritirato
all’uomo ha rinunciato.
Una veste di silenzio
si è cucito addosso
il povero Cristo tace
grida l’uomo a più non posso.

Il tour 2019

Il tour teatrale autunnale di "Ballate per uomini e bestie" sarà anticipato nei prossimi mesi da una serie di concerti-atti unici concepiti appositamente per luoghi specifici. Ecco le prime date confermate:

25 maggio
SERMONETA (LT) – Castello Caetani – Maggio Sermonetano

8 giugno
VERONA (VR) – Teatro romano – Festival della Bellezza 

5 luglio
MILANO (MI) – Piccolo Teatro Strehler – La Milanesiana Festival 

7 luglio
SPOLETO (PG) – Piazza Duomo – 62Spoleto Festival dei 2Mondi 

8 luglio
PISA (PI) – Piazza dei Cavalieri – Numeri Primi – PISA FESTIVAL 

19 luglio
SANT’ANTIOCO (SU) – Arena Fenicia – Arena Fenicia Festival 

21 luglio
RIOLA SARDO (OR) – Parco dei Suoni – Rocce Rosse Blues Festival 

25 luglio
BELLINZONA (Svizzera) – Castelgrande di Bellinzona – Castle On Air 

6 agosto
MASSA d’ALBE (AQ) – Anfiteatro romano di Alba Fucens